Metodologie agili: la spinta alla produttività

La follia sta nel fare sempre la stessa cosa aspettandosi risultati diversi.” Albert Einstein.


Metodologie agili: la spinta alla produttività #Agile #PDAItalia

 

Nel report pubblicato dal Project Management Institute, chiamato “Pulse of Profession“, si riflette come nelle organizzazioni adottino sempre più metodologie agili come tecnica per gestire i progetti.

Al fine di aumentare la produttività organizzativa, l’agilità è un termine che è emerso come una critica ai modelli di sviluppo del software, che propone metodologie agili come una struttura dirompente nei processi.

Giorno dopo giorno, gli obiettivi aziendali ci impongono di affrontare nuove sfide, che seguono una linea di coerenza con le esigenze del nostro ambiente, quelle dei nostri clienti e quelle dei nostri collaboratori. In questo modo, è essenziale anticipare ed evolvere alla velocità della competizione, siano aziende consolidate o start-up.

Ciò che conosciamo come pilastri nella costruzione di progetti – inizio, pianificazione, esecuzione, follow-up e chiusura – è ancora valido; tuttavia, le metodologie agili ci offrono una nuova visione in cui i progetti devono adattarsi a determinate caratteristiche legate al contesto, al grado di stabilità, alla frequenza delle consegne, alle strategie e ai metodi di comunicazione; e in questo modo, definire una metodologia di lavoro. Lo dimostrano due report sulla gestione di progetti come Pulse of the profession, PMI e Chaos report, di Standish Group.

Vuoi saperne di più?

Ti invitiamo a guardare il seguente video dal fondatore della Agile Communications, Anne Cantelo, nella sua presentazione: “Metodologia Agile, innovazione nel nostro modo di lavorare“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *